Health for Madagascar

Storia

Da soli è impossibile.
Insieme è realizzabile.
Anche tu puoi fare la differenza.
Aiuta noi per aiutare loro !

Progettista :

Puoi supportare questa campagna con PayPal, Carta di Credito, PostePay (VISA) o Bonifico.

Il Perchè del progetto

L’idea progettuale nasce dalla relazione che si è stabilita tra il dottor Roberto Ghezzi, responsabile dell’Associazione Chirurgia pediatrica onlus di Trento, il Comune di Mezzolombardo e un gruppo di studenti dell’Istituto Martini.

La “Chirurgia Pediatrica” onlus è un’associazione di volontariato nata all’interno dell’Unità di Chirurgia Pediatrica dell’ospedale S. Chiara di Trento con lo scopo di offrire assistenza e prestazioni sanitarie pediatriche gratuite a bambini in stato di povertà del Madagascar.

Il progetto “Health for Madagascar” si propone come un’esperienza di alternanza scuola lavoro, in grado di offrire agli studenti la possibilità di sperimentarsi in un contesto reale, assumendo il profilo di protagonisti  sulla base di un mandato preciso affidato da Soggetti esterni alla scuola. Gli studenti saranno chiamati – con la guida di docenti, altri operatori, il Comune di Mezzolombardo e la partnership di enti di ricerca – dapprima a progettare e quindi a realizzare “artefatti”

Descrizione del progetto

Il mandato affidato agli studenti consiste nella progettazione di materiali e giochi didattici per i bambini di Anivorano che puntino a elementari norme igienico-sanitarie. In prospettiva è sorta anche l’idea di progettare e realizzare una ambulanza che lungo il fiume trasporti kit di pronto soccorso e malati.

In prospettiva si chiederà agli studenti di cimentarsi anche nella progettazione del presidio ospedaliero da costruire ex novo, sopra descritto. L’aspetto innovativo vero e proprio è il fatto che il progetto, che adotta la metodologia Design Thinking, consiste in una commessa reale, in una logica di “compito di realtà” e di ingaggio autentico, di sfida non solo sul piano cognitivo delle competenze e conoscenze tecniche di alcune discipline, ma anche delle competenze trasversali.

Il Design Thinking invita i ragazzi a studiare delle soluzioni innovative per risolvere un problema sulla base di una “commessa” che proviene da utenti esterni e che prevede la realizzazione di un prototipo che viene presentato ai committenti che lo valutano.

Il percorso a scuola prevede una fase di interviste da parte degli studenti ad operatori locali e ad esperti, incontri  formativi,  attività laboratoriali di progettazione e prototipazione, ed una fase “sul campo” in cui gli studenti metteranno in pratica alcune attività progettate.

Budget

Costo Voce
2000 € viaggio
800 € materiali per scuola malgascia
200 € materiali per attività
300 € Servizio School Raising ( 10% )
Update
Commenti
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Finanziatori ( 10 )

Giulia d'Amaro Valle

MAURIZIO BRUGNARA

Tiziana Rossi

Anonimo

Anonimo

Gloria Prada

Anonimo

Livio Caldera

MATTEO IANES

RAMPANELLI PATRICE