STILE LIB[e]RO – innovative learning

Storia

Imparare ad imparare, lavoro in team, digitale consapevole, inclusione e condivisione. Scuola al centro.

Scuola : Scuola Primaria "Giusti" - Ponsacco
Progettista :

Puoi supportare questa campagna con PayPal, Carta di Credito, PostePay (VISA) o Bonifico.

Il Perchè del progetto

L’idea della scelta arriva dalla necessità di sistematizzare una pratica didattica già consolidata e sperimentata negli anni, di lavorare integrando e a volte bypassando il libro di testo. Il materiale utilizzato, oltre al libro di testo adottato via via negli anni, consiste in video documentari, letture tratte da altri testi scientifici o dalla rete tramite l’uso di tablet da usare nel gruppo di lavoro.
I motivi della scelta di non adottare un libro di testo si possono riassumere nel seguente modo:

Rivedere il ruolo dell’insegnante e il lavoro in team.

Arricchire la didattica in maniera più pregnante rispetto alle mutate esigenze degli alunni degli ultimi anni, soprattutto riguardo alle modalità di apprendimento.

Salvaguardare e potenziare la motivazione ad imparare.

Offrire gli strumenti per “imparare ad imparare”.

Includere in maniera autentica le diverse abilità di apprendimento dovuti a differenze culturali, di salute, di appartenenza religiosa o di genere.

Descrizione del progetto

Il progetto punta ad eliminare il libro di testo per creare una biblioteca scientifica di classe, cioè TANTI LIBRI, portare sul banco lo strumento digitale come sussidio e sostegno all’imparare, lavorare in uno spazio multimediale e multidisciplinare che non si esaurisce soltanto con l’uso della LIM.

Il progetto vuole scardinare l’idea dell’insegnante come “divulgatore” di conoscenza codificata o di saperi. Per diventare mediatore nel complesso e meraviglioso percorso dell’imparare. Dovrà formarsi verso le nuove acquisizioni scientifiche, tecnologiche, informatiche, artistiche e non ultime, pedagogiche.

Contestualizzare a scuola tutto il lavoro scolastico: cioè non gravare in maniera asettica e poco produttiva sul tempo libero dei bambini fuori dalla scuola. Quindi non saranno assegnati i cosiddetti “compiti a casa” se non sotto forma di approfondimento, del lavoro svolto in classe.

L’ obiettivo è quello di stimolare e potenziare nei bambini il desiderio innato di conoscenza, soddisfare le proprie curiosità intellettuali attraverso l’esperienza diretta di lettura, ricerca, scoperta. Presentando loro non un testo ma i “testi” presenti nella biblioteca, potenziando il rispetto, la cultura e l’importanza, imprescindibile, del testo scritto sulla carta.

Sarà sottolineata la differenza cognitiva nello sfogliare le pagine cartacee da quelle digitali: le prime necessitano di lentezza le secondo si affidano ad uno sguardo più veloce e sincronico.
Concludendo, è nelle intenzioni delle insegnanti di riuscire a donare agli allievi la capacità di rendersi autonomi, di apprezzare l’importanza dell’imparare anche da soli, di assaporare i risultati raggiunti “facendo” e“sapendo”, e di imparare che la conoscenza è un valore di libertà.

Con la campagna di crowdfunding verranno acquistati 20 ipad e ampliata la biblioteca scientifica con testi di scienze, storia, geografia e libri di narrativa.

E’ importante anche una dotazione di 20 ipad (10 per ogni classe) per poter completare il progetto che prevede l’uso di strumenti digitali affinché gli alunni li utilizzino come strumenti di ricerca e verifica delle informazioni. La tecnologia digitale si affiancherà ai libri per rendere l’alunno più consapevole e protagonista della sua conoscenza.

Entrambi gli strumenti didattici, libri e ipad, dovranno convivere ed essere di aiuto nell’aumentare il senso critico e il “buon uso” di tutto ciò che si trova sia sulla pagina stampata che nella “rete”.

Sotto l‘aspetto didattico al lavoro individuale si affiancherà il lavoro di gruppo che sarà un sostegno per l’inclusione dal punto di vista sociale e della relazione e un potenziamento della condivisione dei materiali didattici e dei saperi.

Ogni gruppo sarà composto da 5 alunni e ogni gruppo sarà dotato di due ipad.
Ecco perché dobbiamo acquistarne 10 per ogni classe.

Per quest’anno pensavamo di arricchire la biblioteca con l’acquisto, per ogni classe, di 20 libri di narrativa (vari titoli) e 25 testi di geografia, scienze e storia e 5 dizionari della lingua italiana di nuova edizione. Ecco perché i docenti e i genitori chiedono la partecipazione di tutti coloro che credono che la scuola debba essere un’istituzione che cresce insieme ai suoi alunni, che offra possibilità autentiche di conoscenza e occasioni per sviluppare curiosità e creatività.

Il progetto STILE LIBRO.com è cominciato nell’anno scolastico in corso ed entro marzo 2018 dovrebbe essere completato con l’introduzione degli Ipad.

Budget

Costo Voce
8000 € acquisto 20 Ipad con relativa progettazione e realizzazione di rete wi-fi
2000 € acquisto di 50 testi scientifici e di narrativa.
1000 € Servizio School Raising (10%) - la fee scende al 5% se il budget raccolto raggiunge 10.000€
Update
Commenti
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Finanziatori ( 20 )

Anonimo

Silvia Carla Airaghi

Silvana Signorini

Milena De Palo

Erion Lettere

Anonimo

Tiziana Fornai

Giuseppe Caruso

Ileana Cozzolinp

Anonimo

Marcello Cimino

Gelsomina Bertelli

Daniela Materazzi

Luca Giovannetti

Anonimo

Anonimo

Anonimo

NICOLETTA LOBARDI

Laura Giaco

Serena Volpi