Libertà è partecipazione

Storia

Musical di riflessione sul valore del rispetto reciproco e del mettersi in gioco per crescere e per migliorare il mondo.

Progettista :

Puoi supportare questa campagna con PayPal, Carta di Credito, PostePay (VISA) o Bonifico.

Il Perchè del progetto

Da anni la scuola propone uno spettacolo musicale che coinvolga la comunità educante e sviluppi temi inerenti alla cittadinanza attiva e partecipazione.

Fondamentale e particolarmente significativo, oltre alla rappresentazione vera e propria, è il processo di preparazione, che vede la collaborazione di adulti e ragazzi e l’attivazione di laboratori di recitazione, danza, canto e scenografia. Nel corso del progetto si cerca di venire incontro a bisogni quali la socializzazione, la consapevolezza di sé, l’inclusione in un gruppo, la condivisione.

Si dà valore al contributo di tutti e si intendono valorizzare i punti di forza di ognuno, per realizzare uno spettacolo  dove tutti si possano sentire liberi e non giudicati nel dare il proprio apporto; uno spettacolo che faccia riflettere sull’importanza di mettersi in gioco insieme per crescere e far crescere una comunità. Quest’anno riteniamo di avere maturità ed esperienza sufficiente da poter proporre il musical sul territorio.

Descrizione del progetto

Lo spettacolo andrà in scena a maggio 2019 e avrà durata di ca. 50 minuti. Un gruppo pilota (15 studenti circa) ha lavorato sulla scelta dei testi e delle canzoni.

Il tema di fondo dello spettacolo è libertà è partecipazione: si è partiti riflettendo sul valore del rispetto e sull’importanza di mettersi in gioco per crescere e per cambiare le cose quando queste non funzionano, studiando e osservando personaggi significativi del secolo scorso: tutti si sono distinti per l’impegno e la partecipazione, ma quelli che non si sono allontanati dal valore imprescindibile del rispetto, strettamente connesso al significato più alto di  libertà, hanno distrutto seminando odio e discordia e si sono autodistrutti, perché dal male può nascere solo il male, non può produrre altro.

Il copione è stato arricchito con canzoni, danze, acrobazie, video e scenografie  che sottolineano il messaggio che si vuole trasmettere.

Gli obiettivi che si intendono raggiungere sono di carattere generale come: favorire e sostenere il protagonismo e la partecipazione attiva; sostenere la trasmissione di competenze di ideazione, progettazione e organizzazione di attività; sostenere la formazione e/o l’educazione; favorire il dialogo inter-generazionale; favorire la responsabilizzazione e la sensibilizzazione degli adulti verso i problemi e le necessità dei giovani; promuovere sinergie tra gli attori istituzionali del territorio (comune, scuole, etc.). Tra gli obiettivi specifici mettiamo in evidenza: rafforzare la consapevolezza di sé; rafforzare il senso di appartenenza alla comunità; favorire la socializzazione, lo spirito di collaborazione e condivisione; sviluppare il senso di responsabilità; sviluppare la creatività, le capacità espressive,  il senso del ritmo e della coordinazione.

Abbiamo creato una cartella in google drive dove i membri del gruppo pilota e gli esperti/docenti coinvolti condividono le proprie idee, suggerimenti, materiale e quant’altro. Da ottobre a gennaio ci si incontra periodicamente per confrontarsi su quanto proposto,  definire il copione, predisporre un piano di lavoro che si svilupperà in itinere e all’interno dei laboratori (settimanali e bisettimanali) di recitazione, coro, orchestra e danza, che partiranno a marzo e dureranno tre mesi circa.

Queste, in sintesi le fasi di svolgimento:

– scelta del tema e condivisione di idee

– redazione copione con musiche

– apertura iscrizioni

– attivazione laboratori di recitazione, danza, coro e orchestra

– promozione

– prove generali

– preparazione locandine, materiale pubblicitario e scenografie

– spettacoli

Gli spazi sono prevalentemente quelli del Liceo Sophie Scholl. Gli studenti partecipano versando una quota di iscrizione; i docenti prestano la propria collaborazione sfruttando le ore di servizio non impiegate per altri progetti e attività scolastiche. Le figure professionali coinvolte sono: un regista, una coreografa-ballerina, un direttore di coro, un tecnico luci e suoni.

EROGAZIONI LIBERALI A FAVORE DI ISTITUTI SCOLASTICI

A partire dal 2007 sono detraibili dall’imposta sul reddito, nella misura del 19%, le erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, finalizzate all’innovazione tecnologica, all’edilizia scolastica e all’ampliamento dell’offerta formativa

Budget

Costo Voce
900 € Affitto Sale per 3 repliche
1600 € Compenso esperti
1000 € Service luci audio e strumenti
1000 € spese organizzative (siae - viaggi - pubblicità )
450 € Servizio School Raising ( 10 % )
Update
Commenti
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Finanziatori ( 5 )

Donatella Dappiano

Anonimo

Elvio Bragion

Mariarosa Dappiano

DANIELE VALERSI