RobotEra Robocup 2015

Storia

Il Robot deve muoversi in ambiente reso ostile da un disastro, aiutando i soccorritori a trovare e salvare una vittima.

Scuola : ITIS "G. MARCONI" - Pontedera
Progettista :

Puoi supportare questa campagna con PayPal, Carta di Credito, PostePay (VISA) o Bonifico.

Il Perchè del progetto

Attraverso la Robotica innovare il modo di fare scuola, sia rinnovando la didattica sia aggiornando i contenuti disciplinari. Partire da un problema e studiare tutto ciò che è necessario per risolverlo si è rivelato il metodo più efficace per motivare e coinvolgere gli studenti. Le gare di Robot si sono rivelate un utile strumento per appassionarli ulteriormente alla disciplina.

Descrizione del progetto

RobotEra è il nome che gli studenti dell’ITIS Marconi di Pontedera hanno deciso di dare a un nuovo Robot che vogliono progettare e realizzare per partecipare alle gare di Rescue A della RCJ 2015.

Il campo di gara del Rescue simula un territorio dopo un disastro ambientale e comprende ostacoli da aggirare o da superare, una ripida rampa da affrontare, seguendo una linea o anche in assenza di essa. L’obiettivo finale è individuare e “salvare” una vittima, simulata da una lattina, prendendola e portandola in un luogo sicuro del campo di gara. Tutti i compiti del robot devono essere eseguiti in modo autonomo.

Si è deciso di realizzare il RobotEra in modo totalmente auto-costruito, a partire dai componenti meccanici. Sono stati impiegati componenti elettronici in commercio e sistemi di sviluppo (Arduino uno e mega) di uso comune, ormai, negli Istituti Tecnici a indirizzo Elettronico-Informatico.

L’ITIS Marconi di Pontedera, in questo certamente favorito dalla presenza sul suo territorio dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna diretto dal Prof. Paolo Dario, è da diversi anni che svolge attività nel campo della Robotica, prima con attività extra-curricolari pomeridiane e poi, dall’anno scolastico 2012/13, introducendo la Robotica nel percorso scolastico curricolare con l’avvio del corso sperimentale di “Elettronica con curvatura Robotica”.

All’interno dell’Istituto sono state progettate e realizzate diverse piattaforme robotiche mobili autonome. A una di esse, il Gasbuster, in grado di individuare e raggiungere sorgenti di gas e sviluppata nell’ambito del progetto ACARISS in collaborazione col Polo S. Anna Valdera e finanziata tramite il bando regionale Pianeta Galileo, è stata assegnata una delle medaglie d’argento, premio del Presidente della Repubblica, in occasione del Global Junior Challenge 2012, essendo stata giudicata tra i primi sei progetti più innovativi prodotti dalle scuole italiane.

Fin dall’inizio, l’Istituto ha partecipato alle gare di robot, un metodo universalmente riconosciuto utile per far avvicinare i giovani alla Robotica e per appassionarli a questa disciplina che pur presenta non poche difficoltà. Fino all’anno scorso l’Istituto aveva partecipato solo a gare di Mini-Sumo e Line Follower.

L’anno scorso l’Istituto ha partecipato per la prima volta alla Robocup Junior Italia. La scuola ha partecipato con due robot sempre completamente auto-costruiti: Marconi_1 nel Rescue A (12° su 44 partecipanti) e Marconi_2 nel Rescue B (10° su 19 partecipanti). Risultati ottimi considerato che eravamo alla prima partecipazione.

Quest’anno vogliamo fare meglio. Per questo è nata l’idea del Robot-Era che, partendo dall’esperienza di Marconi_1 ne migliori le prestazioni sia dal punto di vista hardware che software.

PARTECIPANTI AL PROGETTO

Alla realizzazione del nuovo Robot partecipano gli alunni dei vari trienni presenti nell’Istituto: Elettronica-Robotica, Informatica, Meccanica. Liceo Scientifico Tecnologico (la robotica ha appassionato anche i “liceali”!). I ragazzi, una quarantina, divisi in gruppi (Hardware meccanico, Hardware elettronico, Software, Report) lavorano allo sviluppo del progetto in orario pomeridiano, coadiuvati dai docenti coinvolti nell’attività. Alla fine del lavoro saranno i ragazzi stessi a individuare i componenti della squadra che parteciperà alla gara di Castellanza.

TEMPISTICA

Le attività sono già iniziate dal mese di novembre 2014 e proseguiranno fino alla fine di marzo 2015.

ATTIVITÀ CORRELATE

Parallelamente allo sviluppo del progetto robotico si dovrà procedere al completamento e perfezionamento del campo di gara dell’Istituto che, iniziato l’anno scorso, non è stato portato completamente a termine per mancanza di fondi.

Per seguirci visitate la nostra pagina Facebook: RobotEra

Budget

Costo Voce
48 € 2 ARDUINO UNO
40 € ARDUINO MEGA 2560 R3
62 € 7 SERVOMOTORI
14 € 4 RUOTE
30 € 16 TRASMETTITORE RICEVITORE INFRAROSSI
74 € 4 TRASMETTITORE RICEVITORE ULTRASUONI
48 € PINZA ROBOTICA
19 € 2 BATTERY-LIPO
30 € ALIMENTATORE PER BATTERIE LIPO
20 € COMPONENTI ELETTRONICI VARII
300 € COMPLETAMENTO CAMPO DI GARA
140 € ISCRIZIONE ALLA GARA
400 € VIAGGIO
122 € Servizio School Raising (10%)
122 € Rete di scuole per la Robocup (10%)
Update
Commenti
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Finanziatori ( 35 )

Marco Ciacchini

Pierluigi Robino

MANRICA CAPONI

Patrizia Nencioni

Renzo Venturi

carlo alberto gemignani

Nicoletta Caroti

Anonimo

Maurizio Toro

Rossella Pieroni

Cosimo Mulè

paola maria greco

PIERLUIGI D'AMICO

Marco Lorenzetti

Francesca Serragoni

Claudio Giuntoli

Paolo Berselli

Luca Alfano

andrea berselli

Gabriele Toni

Daniela Bozzi

sabato gugliucci

Luigi Puccini

Anonimo

Luca Orsini

silvia lazzeroni

ALESSIO LANDI

LUCIA PECCIANTI

Susanna Andronico

Nunzio Stefano Di Sarli

federico tesei

GIACOMO TAORMINA

Giovanna Spanedda

Luca Guerrini Ermelinda Guidi

Gemmi Gionata