Le mani in pasta, due Istituti Superiori costruiscono insieme il laboratorio per la scuola del domani

Storia

Due Istituti di Cuneo trovano una nuova forma di collaborazione creando un innovativo laboratorio direttamente in campo!

Progettista :

Puoi supportare questa campagna con PayPal, Carta di Credito, PostePay (VISA) o Bonifico.

Il Perchè del progetto

La scuola di oggi e di domani richiede lo sforzo di avvicinare il più possibile gli studenti alla realtà concreta, con attività legate all’applicazione della teoria studiata in aula. Per noi i laboratori devono essere parte integrante dell’insegnamento. In questo modo gli alunni verificano subito la possibile soluzione di problemi.

L’idea è quella di far progettare e costruire dai futuri professionisti un laboratorio durante le attività a scuola. Gli studenti mettono quindi “le mani in pasta” applicando direttamente progettualità e tecniche di costruzione, risolvendo problemi e confrontandosi con situazioni reali.

Due Istituti Superiori di Cuneo, quello per periti agrari e quello per geometri, scommettono insieme su una nuova avventura: creare un laboratorio permanente e innovativo!

Siamo oramai al terzo anno del progetto, i due Istituti hanno dato il via finanziariamente e una serie di sponsor ha integrato rifornendo del materiale. Per poter continuare, abbiamo bisogno di voi!

Descrizione del progetto

Il progetto è reso possibile dalla collaborazione di due Istituti Superiori che pensano e progettano insieme!

Logo 1LIstituto Superiore Virginio-Donadio di Cuneo è un polo agroalimentare che unisce nella stessa scuola un percorso da tecnici agrari e un percorso per la ristorazione e l’accoglienza turistica.

Logo 2L’Istituto Superiore Bianchi- Virginio è la forma attuale della storica “scuola per geometri” di Cuneo, che ha permesso di creare negli anni molti dei professionisti del settore e che oggi si rinnova negli indirizzi e in una moderna formazione.

Il progetto

L’Istituto per tecnici agrari del polo agroalimentare Virginio-Donadio e l’Istituto per geometri Bianchi-Virginio hanno dato vita, presso gli spazi dell’azienda agraria della scuola, ad un laboratorio di progettazione e costruzione di strutture per l’agricoltura. E’ uno spazio anche di sperimentazione di tecniche e materiali per verificare sul campo la possibilità del loro utilizzo e delle loro differenze.

Il laboratorio è dentro l’azienda agraria dell’Istituto Virginio Donadio a Madonna dell’Olmo (CN) dove coltiviamo una serie di piante arboree da frutto (melo, pero, pesco, ciliegio, vite, castagno…) in una realtà molto vicina ad una vera azienda agricola e dove quindi gli studenti della scuola possono fare attività di laboratorio tecnico-pratico durante tutto il corso di studi. Le produzioni di frutta sono ottenute con le più moderne tecniche di produzione, rispettose dell’ambiente e inserite nel tessuto produttivo della zona.

In piena collaborazione con il secondo “pilastro” dell’Istituto, la sede dell’alberghiero di Dronero, oltre a vendere al pubblico i nostri prodotti freschi li trasformiamo in ottimi succhi di mela, composte e basi per i dolci prodotti dai laboratori a Dronero.

Il lavoro e le esperienze degli studenti diventano poi dei prodotti buonissimi per chi ci viene a trovare dopo il periodo di raccolta.

In questo contesto agricolo un gruppo di studenti del triennio della scuola dei geometri coordinati dal prof. Matteo Barale ha cominciato un progetto per costruire una tettoia che simula un ricovero attrezzi con tutte le varianti possibili relative ai materiali, alle tecniche di costruzione e alle strutture annesse. Per esempio un lavandino con tecnica TADELAKT o tecniche di pavimentazione e tamponamento innovative.

Il progetto è un laboratorio permanente che aggiungerà nel tempo nuovi moduli.

In questo modo gli studenti dei due Istituti potranno mettere in pratica tutte le fasi necessarie per una costruzione: dalla progettazione alla organizzazione del cantiere, dalla messa in sicurezza alla scelta dei materiali.

Che cosa vogliamo fare con i finanziamenti:
In questo terzo anno di attività stiamo cercando dei finanziamenti per acquistare del materiale. Le attività si svolgeranno in gran parte entro la fine dell’anno scolastico e in parte nella prima parte del prossimo, ma sarà sempre il 2016 a vedere realizzato il progetto.
I finanziamenti serviranno per:

Terminare il lavandino esterno utilizzando la tecnica TADELAKT tipica delle regioni del Nord Africa per introdurre metodologie nuove, a basso impatto ambientale e che possono rappresentare delle valide alternative nelle costruzioni.

Terminare l’isolamento, l’intonaco, la finestra con davanzale della parete perimetrale.

Iniziare la pavimentazione con varie tecniche.

Acquistare il materiale per potere fare l’impianto elettrico e idraulico, verificando le diverse opzioni possibili.

…e se raccogliamo più soldi? Il progetto continuerà! 

E faremo:

Termineremo la pavimentazione con tecniche nuove e antiche, per verificare la fattibilità e l’impatto con l’ambiente.

Costruiremo un piccolo forno da pane per poter fare prove di cottura con cereali diversi (coltivati in azienda) e impastati dagli studenti dell’alberghiero.

Introdurremo un soppalco in legno che permetterà di ospitare contenitori per la raccolta dell’acqua piovana, utilizzata poi per la serra adiacente dove il gruppo di sostegno dell’Istituto Virginio-Donadio danno vita a coltivazioni floricole e orticole.

Progetteremo, coinvolgendo altre scuole del territorio, la realizzazione di un piccolo impianto fotovoltaico.

Chi ci ha aiutato fino ad adesso

UNICAL BUZZI di Caraglio, ARNEODO CALCESTRUZZI di Centallo, Impresa VALLAURI SILVANO di Boves, Merlo viaggi, NUOVA EDILE di Chiusa Pesio, SEGHERIA F.lli CHIAPELLA, Magazzino F.lli CIRAVEGNA di Caraglio e due genitori di alunni che hanno partecipato il sig. SPIRIDONE e il Sig. BERTONE, oltre che al prof. BARALE Matteo

I due Istituti coinvolti hanno finanziato per un totale di 3200€ tutte le attività, il finanziamento da privati fino ad adesso è stato di 2200€

In totale abbiamo trovato e impiegato 5400€, ma..

adesso per poter continuare abbiamo bisogno del vostro supporto!

Che cosa abbiamo fatto fino a questo momento

1° anno:

Progettazione CAD

Prove a secco e studio delle diverse tipologie di mattoni

Prove di tracciamento con diverse metodologie

Studio della creazione e messa in sicurezza del cantiere

Armatura fondazioni e cordoli: esercitazione pratica

Tracciamento “casetta”

Sistemazione scavo, posa ferri e armatura fondazioni

Visita alla stazione di betonaggio di CARAGLIO, getto fondazioni e prelievo cubett

Realizzazione dei pilastri in muratura

2° anno:

Realizzazione pilastri in C.A.: posa cassero e armatura, ponteggio e getto pilastri

Realizzazione muratura portante

Intonaco e rasatura

Posa travi del tetto

Perlinatura

Posa telo protettivo

3° anno:

Posa listellatura

Preparazione e posa falde e gronda

Posa tegole e colmini

Tracciamento e inizio tamponamento laterale con due diverse tipologie di muro

Analisi progetto e armatura del lavatoio

Getto lavatoio e stesura di aggrappante naturale

Durante le lezioni con condizioni meteo non buone, sono state eseguite lezioni in aula di approfondimento per la costruzione di mosaico, utilizzo di terra cruda e tecnica del TADELAKT.

Solo insieme si crea equilibrio

Sarà disponibile il ritiro delle ricompense presso la sede della scuola Virginio-Donadio solo a campagna terminata. Sarete avvisati tramite e-mail

Budget

Costo Voce
300 € Materiale per lavandino TADELAKT
850 € Materiali per isolamento parete perimetrale e intonaci
300 € Materiale per inizio pavimentazione con tecniche innovative
250 € Costruzione e posa falsi teali
200 € Materiale e costruzione davanzali in graniglia
600 € Materiale per inizio impianto elettrico ed idraulico
Update
Commenti
1 commento
  1. Matteo Barale
    Matteo Barale dice:

    Un amico un giorno mi ha detto che un lavoratore è una persona che lavora con le mani, un artigiano lavora invece con le mani e la testa, colui che lavora con le mani, la testa e il cuore è un artista. La mia ambizione non è quella di insegnare un mestiere ai ragazzi ma quella di far credere loro che se vogliono possono essere degli artisti; questo d’altronde è quello che mio padre ha insegnato al suo ragazzo.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Finanziatori ( 14 )

Nicolò Barbano

Claudia Martin

Paola Demarchi

Roberto Golè

Anonimo

David Bonfiglioli

David Bonfiglioli

Giorgio Ducco

Cinzia Pellegrino

Marco Molineri

Sonia La Tona

Maddalena Volpe

Daniele Perugini

matteo barale