Il crowdfunding è un’opportunità per l’istruzione? Ne parliamo il 13 novembre a Catanzaro #savethedate

Disclaimer: questo è un altro post che parla di noi 🙂

Prossima settimana saremo a Catanzaro per incontrare presidi, professori, cittadini e stampa: parlare assieme, presentare e raccogliere feedback.

Saremo in città anche per visitare le scuole di cui pubblicheremo i primi progetti, raccogliere materiale video e fotografico, parleremo (di nuovo) con i promotori e gli studenti, disegneremo assieme la presentazione e i reward dei progetti. Per essere online la settimana successiva (big challenge!)

Clicca sull'immagine per scaricare il programma in pdf

Clicca sull’immagine per scaricare il programma in pdf

Organizzato con il supporto di Alessandro Tarantino di Tacora – Un vulcano di idee, l’evento rappresenta un punto di partenza.

Catanzaro, 13 novembre 2013, si parte!

[button size=’medium’ color=” background_color=” font_size=” line_height=” font_style=’normal’ font_weight=” text=’Iscriviti all evento’ link=’https://www.facebook.com/events/171137693085085/’ target=’_blank’]

Immaginiamoci uno strumento che permetta di finanziare quei progetti didattici ed extra-didattici vittima dei tagli che da anni stanno affliggendo l’istruzione italiana.

Immaginiamoci di poter offrire alle nuove generazioni non solo aule agibili e moderne, ma anche un offerta scolastica dove innovazione sia la parola chiave, e non più tagli e sacrifici.

School Raising è lo strumento che ci siamo immaginati: una piattaforma che permette a genitori, professori, ex alunni e tutta la “massa” di decidere quali progetti strutturali, culturali ed innovativi devono essere sviluppati nelle scuole, investendo piccole somme che andranno a comporre il budget totale (meglio noto come crowdfunding).

“Cambia la scuola con un click” è un’occasione per parlare di innovazione della scuola, per presentare e discutere assieme ai protagonisti le possibilità e i limiti del crowdfunding applicato ai progetti scolastici.

E’ il crowdfunding, bellezza!

Beneficiario di una recente legge ad hoc, presente in Italia con più di 40 piattaforme, famoso in Europa e negli Stati Uniti per riuscire a raccogliere finanziamenti anche di centinaia di migliaia di Euro, il crowdfunding sembra ormai aver affermato le proprie caratteristiche e potenzialità.

Il team di School Raising le illustrerà in occasione della conferenza stampa che preannuncia il lancio della sezione calabrese della piattaforma.

 

[two_col_50_50_col1]Qui di seguito il comunicato stampa, scaricabile anche cliccando qui.[/two_col_50_50_col1][two_col_50_50_col2]

[button size=’medium’ color=” background_color=” font_size=” line_height=” font_style=’normal’ font_weight=” text=’Scarica il programma in pdf’ link=’http://schoolraising.it/wp-content/uploads/2013/11/Comunicato-stampa-_School-Raising_.pdf’ target=’_blank’]

[/two_col_50_50_col2]

[separator type=’normal’ normal_full_width=’no’ pattern_full_width=” color=” thickness=” up=” down=”]

Scuola e innovazione: nasce “School Raising”. la prima piattaforma italiana di crowdfunding per la scuola

Si chiama “School Raising” ed è la prima piattaforma, tutta italiana, dedicata al crowdfunding per le scuole. L’idea, nata dall’impegno di un team di giovani professionisti italiani, si è sviluppata tra Berlino e Milano e prenderà le mosse dalla terra natia di uno dei fondatori, la Calabria.

Il 29enne Luca Talarico, ingegnere catanzarese formatosi a Roma e poi volato a Berlino, ha infatti individuato nelle difficoltà e nelle potenzialità della Calabria, il luogo giusto per far partire il progetto “School Raising”, l’alveo perfetto per testare le potenzialità del servizio ed essere contemporaneamente utile alla causa degli istituti scolastici calabresi.

Il primo step vede protagonisti 4 istituti della provincia di Catanzaro a cui, nei mesi a venire, si aggiungeranno altre scuole del sud Italia, per espandersi poi su tutto il territorio nazionale e coinvolgere successivamente nei finanziamenti anche le imprese.
“School Raising” mira ad essere uno strumento, non solo in grado di supportare le scuole nella realizzazione dei progetti per i quali il finanziamento statale non è sufficiente, ma anche in grado di stimolare la progettualità delle scuole stesse. Negli ultimi anni, infatti, la continua riduzione dei fondi pubblici destinati all’istruzione ha aggravato la situazione delle infrastrutture e del ritardo tecnologico della scuola italiana, con risultati negativi che si ripercuotono sull’intero sistema formativo, relegando i giovani italiani agli ultimi posti delle classifiche europee per grado di alfabetizzazione e conoscenze matematiche (Fonte: OCSE).

“School Raising” vuole diventare uno strumento in grado di supportare la scuola Italiana nel recuperare il ritardo accumulato rispetto agli altri paesi UE, e quindi per dare modo alle scuole di sviluppare progetti volti al miglioramento delle infrastrutture, al completamento della formazione culturale, o con uno sguardo rivolto all’innovazione.
Il team di “School Raising”, compost da progettisti europei, esperti di comunicazione ed esperti di crowdfunding, supporteranno le scuole nella costruzione del progetto e nella sua diffusione, così da creare una campagna raccolta fondi efficace che permetta di raggiungere gli obiettivi attesi.

Per illustrare nel dettaglio tutto il progetto e per spiegare che cos’è il crowdfunding, i fondatori di “School Rasing” saranno in Calabria dal 13 al 16 novembre prossimi. Proprio il 13 novembre è previsto un incontro pubblico, aperto perciò a stampa, operatori del settore scolastico e curiosi, nella Sala Concerti del Comune di Catanzaro (Palazzo De Nobili, via Iannoni, 68), alle ore 15: saranno presenti quindi Guglielmo Apolloni e Luca Talarico, fondatori di “School Raising”, Domenico Servello, dirigente dell’IIS “Malafarina” di Soverato che ha già aderito al progetto, e gli esperti di crowdfunding che collaborano con “School Raising”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *